Sweatcoin: Nordic walking

Sweatcoin: ti pagano per camminare? Forse…

Scritto da Giorgio Minguzzi il 11 Febbraio 2019

Sweatcoin è un’applicazione che conta i vostri passi e li trasforma in una cryptovaluta con la quale è possibile acquistare degli beni o dei servizi.
Vi confermo che non è un imbroglio e che anche il conteggio dei passi è tutto sommato abbastanza preciso, o più preciso di quello che si potrebbe pensare.
Listen to “Ti pagano davvero per camminare? Forse…” on Spreaker.

Sweatcoin ti fa alzare dalla sedia

Sweatcoin: cosa funziona meno?

Giorgio Minguzzi che cammina in montagna con sweatcoinOvviamente ogni 3 minuti si va a guardare quanto si è guadagnato e cosa si può comprare. E qui si capisce chi paga realmente e perché.
È chiaro che un brand va su Sweatcoin per farsi notare dalle persone. Specialmente un brand in lancio, mette in contro di investire un po’ di merce e di soldi per essere listato fra le cose acquistabili e così visibili. In questo modo Sweatcoin ha il suo “specchietto per le allodole” che ci sprona a camminare e a fare altri passi.
Quello che posso dire che però mi sta irritando è che in primi giorni vedevo prodotti che costavano qualche decina di Sweatcoin, ma mano a mano che il mio conto però si arricchisce di passi (ho più di 400 sweatcoin oggi) non ci sono più gli oggetti di primi da 30-40 Sweatcoin, ce ne sono solo da 699 in su. Quando ero a 150 ve ne erano solo da 250-300…l’impressione è che più si accumulano passi più i prezzi degli oggetti crescano.
Anche il valore delle Sweatcoin cambia in modo restrittivo, per alcuni beni o servizi valgono solo le Sweatcoin che hai generato tu. Quelle che ti ha regalato un tuo amico camminatore o tua nonna nordic walker non sono “buone”.
Sweatcoin

Valutazione finale

Insomma se devo dare un voto dò 9 alla motivazione e alla simpatia dell’iniziativa ma 4 la dò sulla reale efficacia del concetto di “pagare” per camminare. Qui ci guadagnano di sicuro i brand che trovano visibilità, magari guadagna la mia salute perché cammino un po’ di più, ma non credo che potrò mai comprare nessuno degli oggetti in vendita. Se continua così viene un certo senso di frustrazione e l’app la si abbandona facilmente.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Columbia Sportswear: Mai Sottovalutare le Potenzialità di una Casalinga nei Guai

Columbia Sportswear: Mai Sottovalutare le Potenzialità di una Casalinga nei Guai

15 aprile 2019
Post-it: la storia di un'invenzione accidentale da parecchi milioni di dollari

Post-it: la storia di un'invenzione accidentale da parecchi milioni di dollari

01 aprile 2019
MeWe: il social che tutela la privacy raggiunge i 4 milioni di utenti

MeWe: il social che tutela la privacy raggiunge i 4 milioni di utenti

25 marzo 2019