SEO Copywriting

SEO Copywriting: scrivere per Google o per i Clienti?

Scritto da Giorgio Minguzzi il 10 Febbraio 2020

Scrivo per Google? Come posso ottimizzare il mio testo affinché il motore di ricerca mi valorizzi?
Oggi parliamo di SEO Copywriting con Giancarlo Sciuto. Per chi non non conoscesse Giancarlo Sciuto, Giancarlo è responsabile marketing e founder di SEO Tester Online, una piattaforma che aiuta a monitorare e migliorare la visibilità organica del proprio sito web. Una giovane realtà Italiana, molto competitiva con clienti in 45 nazioni e che ha sede a Catania.

Ti è piaciuta la puntata? Dillo su Twitter.

Ascolta il podcast dove preferisci

Premi subscribe (è gratis!) utilizzando la tua app preferita.

Se volessi scrivere un articolo in modo da farlo piacere a Google e ottenere visibilità da cosa dovrei cominciare?

Sembra strano a dirsi, ma non dalla SEO! Prima di tutto analisi del proprio target, con uno studio molto accurato sulle sue abitudini di ricerca online. Poi studio del contesto competitivo e delle pagine dei risultati di ricerca per le parole più in linea con il business.

Ovviamente tutto questo dipende in maniera molto stretta dagli obiettivi di business. Solo a questo punto si dovrebbe iniziare a scendere più nel merito delle parole chiave, strutturando magari la base per un “piano editoriale”.

Una volta individuata la keyword principale posso fare altro? Il mio lavoro sulle keyword è finito? Ne devo trovare altre? Devo lavorare sulla long tail?

Oltre alle Keyword principali per i contenuti del sito web dovresti sempre tenere conto anche delle keyword secondarie e di tutte quelle che ricadono all’interno dello spettro semantico del topic principale dell’articolo. Google e gli altri motori di ricerca non lavorano più per corrispondenza esatta, ma per entità e comprendono (ed anzi, preferiscono) contenuti che trattano l’argomento in maniera varia, evitando di utilizzare 100 volte la stessa keyword (sì, il keyword stuffing è morto… Ricordarlo non fa mai male!). Le long tail keyword sono sicuramente uno strumento interessante che permette di intercettare delle ricerche che, seppur minori per numero, possono essere molto più in target, molto più legate ad un obiettivo specifico di business e ad un intento di ricerca focalizzato. Nel il Keyword Explorer di SEO Tester Online ad esempio, abbiamo inserito una sezione legata proprio ai “suggerimenti”, per intercettare nuove parole e nuovi intenti di ricerca degli utenti, collegati ad un topic iniziale di ricerca.

Ok, ora ho un pò di cose su cui lavorare. Come inizio a buttar giù l’articolo? Come organizzo il contenuto?

Il mio consiglio è di strutturare il proprio testo un po’ come un libro, dopo la fase di keyword research. Titolo principale, titoli dei paragrafi e titoli dei sottoparagrafi e, infine, i paragrafi veri e propri. In questo modo, prima di scrivere il testo, partirete con uno “scheletro” della struttura, che andrete semplicemente ad esplodere scrivendo il testo. Ovviamente durante la redazione del testo, il mio consiglio è di non dimenticare nulla di quello che non dovrebbe mai mancare in un testo SEO-oriented. Ecco perché, ad esempio, in SEO Tester Online abbiamo creato un’assistente editoriale, il SEO Editor, che tramite degli algoritmi di controllo, scansiona il testo e lo compara con l’ottimizzazione target, indicando se effettivamente stiamo scrivendo un articolo coerente rispetto alle keyword per le quali vorremmo posizionarci.

In base a cosa google dispone le pagine in ordine per ogni ricerca che facciamo online? Bella domanda… In realtà nessuno lo sa! Per il semplice fatto che se lo sapessimo, tutti proveremmo a manipolare l’algoritmo dei motori di ricerca per posizionarci meglio e questo causerebbe di sicuro delle distorsioni nei risultati che il motore di ricerca restituirebbe ai propri utenti. In generale i fattori sono centinaia… Dai fattori on-page, quelli che è possibile analizzare con SEO Checker e SEO Spider di SEO Tester Online, fino ai fattori off-page come quelli della link building. Ma anche i dati degli utenti (raccolti dai cookie) ed il contesto della ricerca.
Seo Tester Online
Che cosa è il SEO copywriting? È una attività da scribacchio o da venditore?

Qualcuno crede che il SEO Copywriting sia mitologia, qualcuno dice di averlo visto solo per un attimo ed altri giurerebbero di averci camminato al fianco in una splendida giornata di sole… Chiamiamalo SEO Copywriting, Copywriting orientato alla SEO o “scrivere per gli utenti schiacciando l’occhio ai motori di ricerca”, ma il succo non cambia: servono contenuti scritti bene, scritti pensando a come ragionano i motori di ricerca e scritti pensando ai propri utenti e a come questi pensano e cercano online risposte alle proprie domande. A proposito, sul blog di SEO Tester Online ci abbiamo scritto una guida… Se vi va di darci un occhio la trovate qui: Guida al SEO Copywriting.

Che ruolo hanno le immagini che corredano l’articolo? Come le scelgo in modo che mi possano aiutare a scalare la SERP?

La risposta, come spesso accade, è dipende.
Le immagini offrono un’ottima opportunità di posizionamento, in un terreno spesso meno battuto dalla concorrenza.
Ovviamente l’utilità delle immagini dipendono molto dalla tipologia del proprio business…
Un esempio? Quando cerchiamo ispirazione per il nostro prossimo taglio di capelli ci interessa sicuramente meno delle informazioni testuali e molto di più delle immagini, perché ci permettono di “fantasticare” sul risultato finale.

Il post è online, il mio lavoro si può considerare finito?

Ovviamente no! Sarebbe troppo semplice così! Diciamo che abbiamo appena iniziato. A questo punto entrano in gioco tutti i fattori off-page (come la link building), ma anche la necessità di tenere il nostro contenuto sempre aggiornato e coerente (questo gli darà rilevanza per gli utenti, e quindi per il motore di riceca) e, non dimentichiamolo, anche le operazioni dei nostri competitor che non se ne staranno di certo con le mani in mano a vedersi soffiare posizioni in SERP da noi. Insomma, dopo che il post è online abbiamo appena finito di farci i segni neri sulla faccia e di imbracciare il fucile… Rimane il tempo di andare in battaglia.

Hai fondato SEO Tester, ci racconti qualche cosa di più su questo strumento?

SEO Tester Online è la piattaforma di web marketing che aiuta imprese, marketer, e-commerce e web agency in oltre 45 paesi nel mondo a monitorare e migliorare la visibilità organica del proprio sito web o di quello dei propri clienti, grazie a tool innovativi e guidati, studiati per la SEO e il web marketing.

Abbiamo iniziato quasi per scherzo, con il passaparola, nel 2016 e da lì abbiamo fatto tanta strada fondando la nostra startup innovativa ad appena 25 anni.

Oggi, con un team incredibile di oltre 10 persone, più di 600.000 utenti unici all’anno, 50.000 utenti registrati da 170 paesi nel mondo, +200.000€ di investimenti raccolti, SEO Tester Online ha generato oltre 4 Milioni di analisi SEO e ci sta regalando tonnellatte di soddisfazioni.

Il nostro obbiettivo e moltiplicare queste metriche per diventare entro il 2021 un punto di riferimento in Italia e all’estero tra gli strumenti per la SEO e il web marketing.

Aiutaci a far crescere il podcast!

Ti è piaciuta la puntata di oggi? Lascia la tua recensione su iTunes e iscriviti al podcast.

Se ascolti MERITA BUSINESS PODCAST su Stitcher o altre piattaforme puoi lasciare la tua recensione seguendo queste istruzioni. Grazie!

Fai conoscere MERITA BUSINESS PODCAST ai tuoi follower su Twitter!
Condividi il podcast

Note della puntata

La cosa più semplice da fare per contattare Giancarlo Sciuto è attraverso il suo profilo Linkedin.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn Company Page: Come far Crescere Engagement e Follower

LinkedIn Company Page: Come far Crescere Engagement e Follower

24 febbraio 2020
SEO Copywriting: scrivere per Google o per i Clienti?

SEO Copywriting: scrivere per Google o per i Clienti?

10 febbraio 2020
Customer Loyalty: Come Rendere Felici i Clienti, Fidelizzarli e Guadagnare Più

Customer Loyalty: Come Rendere Felici i Clienti, Fidelizzarli e Guadagnare Più

27 gennaio 2020