PostPickr

Risparmiare tempo nella programmazione dei post sui Social

Scritto da Giorgio Minguzzi il 4 Febbraio 2019

Quello che ti presento oggi è uno strumento che mi semplifica la vita e che riduce moltissimo i tempi di gestione di una serie di attività noiose che difficilmente si possono saltare se si vogliono utilizzare i social network.
Listen to “Risparmiare tempo nella programmazione dei post sui Social” on Spreaker.
Questo post ti è utile specialmente se la gestione dei canali social ti porta via tantissimo tempo.
Se ti perdi nell’organizzare e programmare la distribuzione dei tuoi contenuti su Facebook, Pinterest, Twitter, Telegram, Linkedin…e compagnia bella.
Se usi strumenti diversi ma in segreto sogni una dashboard unificata che ti faccia vedere in un unico posto un calendario editoriale con tutti i canali su cui sei attivo.

PostPickr è la soluzione

Che tu debba gestire solo i tuoi canali social media o debba lavorare su diversi progetti per i clienti, PostPickr ti semplificherà la vita.

Si potrebbe parlare per ore di PostPickr perché le sue funzionalità sono tantissime.
Per ragioni di tempo vorrei solo evidenziare alcuni punti.
Quelli che mi sembra facciano la differenza nel mio utilizzo quotidiano.

Un prodotto italiano

Il primo è che il prodotto è totalmente ideato e sviluppato in Italia. Di per sé non è garanzia di nulla, ma l’assistenza in lingua Italiana fa la differenza.
Anche gli esempi di impiego nei tutorial sono creati partendo dalle esigenze dei social media manager italiani e questo molte volte tutto ciò semplifica enormemente il lavoro.

PostPickr

Automazione per le attività più ripetitive

Un altro aspetto che per me fa la differenza è che posso semplificare e automatizzare certe attività che con altri strumenti devono per forza essere fatti uno alla volta.
Per esempio posso prendere il feed rss del mio podcast, del mio sito web, del mio canale youtube e programmare con 3 click appena tutta la pubblicazione sui canali che mi interessano. Fatto questo mi posso davvero scordare della programmazione: ogni post uscirà sincronizzato senza più bisogno di metterci mano

E con l’applicazione per iOS e Android posso avere tutto sotto controllo anche quando sei lontano dal computer.
Per Instagram io uso PostPickr

PostPickr rispetta le regole

Ultimo punto che voglio trattare è che PostPickr ha scelto una politica di rispetto delle policy dei vari social con cui si integra. Così che siano minimizzati i rischi per i nostri account. Capita infatti che altri strumenti di grido, in realtà vadano a violare le condizioni di utilizzo dei social. Io li uso per lavoro, e non ho voglia di rischiare Nè il mio account né quelli dei clienti.

Quanto costa PostPickr?

PostPickr ha un tipo di licensing che corrisponde al più classico dei sistemi freeminum, vuol dire che puoi sperimentare le funzionalità gratuitamente con un set minimo di account e poi passare alla versione a pagamento per le esigenze più mature.
Quello che posso dire è che questi tipi di licensing sono sempre più rari. Gli utenti “gratuiti” scroccano un sacco di risorse alle aziende.
Se devo fare una previsione, scommetto che a tendere questo tipo di licenze tenderà a sparire anche su PostPickr. Oggi infatti si possono usare tutte le funzioni gratis se hai solo 4 account social, con limitazioni molto blande sul numero dei post programmabili.
Il consiglio che vorrei far passare è: cercate di provare PostPickr oggi, perché nel futuro non si sa se questo account free rimarrà così disponibile.
Se invece avete più account e volete acquistare la soluzione, con il codice “MERITABIZ” potete ottenere un 30% di sconto sul costo annuale.

Ripeto, PostPickr è lo strumento che uso di più nel mio lavoro di promozione sui social, ne ho provati tanti ma quello che mi ha dato questo tool non me lo ha dato nessuno degli altri (anche quelli più blasonati).
Perciò vedete voi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il libro che che da Freelance ti trasforma in un Solopreneur

Il libro che che da Freelance ti trasforma in un Solopreneur

14 febbraio 2019
Parlare male della concorrenza: un vizio che si combatte con la conoscenza del mercato

Parlare male della concorrenza: un vizio che si combatte con la conoscenza del mercato

11 febbraio 2019
Sweatcoin: ti pagano per camminare? Forse...

Sweatcoin: ti pagano per camminare? Forse...

11 febbraio 2019