Come battere la concorrenza di Amazon

Come battere la concorrenza di Amazon. La storia di Dottor Cucito

Scritto da Giorgio Minguzzi il 9 Dicembre 2019

Come battere la concorrenza di Amazon?
Come posso battere i colossi del commercio al dettaglio?
Sono destinato a chiudere?
Il mercato di cui parleremo oggi è quello delle macchine da cucire. Immaginatevi un mercato in cui i clienti sono passati dall’ordinare macchine e ricambi dal negozio sotto casa, all’ordinarle online, magari da una Nazione con un po’ meno tasse in modo da averle con un bel risparmio (e la garanzia?! bho pazienza! Ci penseremo quando si romperà) e poi da Amazon e da Ebay. Ricambi infiniti, sempre presenti a magazzino, il giorno dopo arrivano a casa tua.

Ti è piaciuta la puntata? Dillo su Twitter.

Ascolta il podcast dove preferisci

Premi subscribe (è gratis!) utilizzando la tua app preferita.

Che speranze può avere un’azienda locale di sopravvivere in questo mercato? Poche, pochissime! Invece non è vero. Perché c’è sempre chi riesca a capire come sfruttare il sistema a proprio vantaggio.
Oggi conoscerete la storia di chi c’è riuscito. Conoscerete Federico Errati, che ha rilanciato il suo laboratorio storico di vendita e riparazione di macchine da cucito abbracciando i cambiamenti del web senza respingerli.

Dottor Cucito

Chi è Dr. Cucito? Qual è il suo lavoro?

Dottor cucito è il dottore delle macchine per cucire e. Io vendo e riparo questo strumento e cerco di mettere a disposizione la mia esperienza per aiutare chi lo utilizza a tenerlo in ottima salute. Il mio lavoro prevede anche la vendita di macchine per cucire, tagliaecuci e ricamatrici. Ritengo inoltre fondamentale la formazione per il corretto utilizzo della macchina e per questo nelle mie pillole (video tutorial) cerco di dare anche informazioni sui vari accessori (filati, aghi, piedini ecc)

Hai compiuto da poco 50 anni di attività. Come era la tua attività prima del web? E dopo i primi tentati online?
Prima del web, la nostra era la classica attività di “bottega”, nella quale i clienti arrivavano attraverso il passaparola o le pubblicità su carta stampata, radio, tv locale o esposizioni in centri commerciali e fiere. Ovviamente in quegli anni la macchina per cucire era un prodotto ,molto più ricercato e soprattutto il negoziante era un punto di riferimento per la zona nella quale operava. Il nostro primo approccio all’on line è stato un vero e proprio tentativo. Abbiamo realizzato un prima un sito istituzionale e poi un sito di e-commerce ma senza una vera e propria agenzia che ci spiegasse come muoverci i risultati sono stati abbastanza scadenti. Soprattutto perché ritengo che la vendita on line si basi prevalentemente sul mero prezzo e questo avrebbe snaturato ciò che eravamo e siamo tutt’ora.

Cosa è successo diversamente dopo il brand positioning?

Il brand positioning, mi ha permesso di mettere in luce chi sono e come lavoro: la mia professionalità e preparazione. La mia comunity è cresciuta molto e da semplice rivenditore di macchine per cucire, sto diventando sempre più un consigliere sia per la manutenzione che per l’acquisto. Quello che ha funzionato è stato il dare a Dottor cucito un’autorevolezza reale, attraverso contenuti seri, realistici e utili per tutti. Insieme all’agenzia che mi segue (bigMark) , siamo riusciti a creare un personaggio positivo ma altamente preparato con il quale chiunque si senta libero di interagire. I risultati sono stati sbalorditivi. Ho persone che mi contattano da tutta italia per riparazioni, consigli su come usare la macchina, che accessori usare, come tenerla in ordine e ormai mi chiedono anche consigli su quale macchina acquistare. La cosa più gratificante è venir contattato per l’acquisto di una macchina, non per avere un prezzo ma perchè vogliono acquistare da me per la fiducia che trasmetto. E’ impagabile.

Come hai lavorato sulla strategia? È stato facile passare da Azienda Familiare a Personal Brand mettendoci la faccia nei contenuti online?

La prima cosa che abbiamo fatto è stata quella di osservare il panorama dei rivenditori e ci siamo accorti che tutti partono dal prodotto per poi, eventualmente, fornire un servizio in seconda battuta. Da qui abbiamo deciso di fare il processo inverso: fornire un servizio e contenuti utili a tutti gli utilizzatori per far comprendere loro come la preparazione e la professionalità di chi ti vende un prodotto molto specifico come la macchina per cucire sia fondamentale. Il passaggio da Azienda familiare a Brand è avvenuto e sta avvenendo con molta naturalezza e fare contenuti video mi risulta molto facile e onestamente mi diverte molto, sarà per la mia passione per il teatro. Anche qui l’agenzia ha avuto un ruole determinate: un conto è registrare dei video, un altro è sapere quali possono essere i contenuti migliori e soprattutto quali sono i canali migliori per divulgarli. Senza bigMark avrei rischiato di lavorare tanto per nulla.
Dottor Cucito

Quali dei canali che hai provato ha dato i migliori risultati?

I social come Facebook e Instagram son quelli più ricettivi e le mia community è oggettivamente molto attiva. Abbiamo iniziato a mettere un piede anche su Youtube al quale ci dedicheremo però nel 2020.

E quelli che non hanno funzionato? Pensi di aver fatto degli errori?
In realtà questi stessi canali che mi stanno dando ottimi risultati e soddisfazioni, in passato non li ho sfruttati al meglio. Utilizzavo i social per cercare di promuovere la mia attività, ma lo facevo da inesperto, non conoscendone le dinamiche, i tempi e il linguaggio. L’errore più grande penso sia sempre quello di avventurarsi in terreni sconosciuti senza nessuno che sappia come guidarci. La presenza di un’agenzia ha permesso di correggere questi errori e conoscere meglio questo mondo.

Nel futuro di dott. Cucito c’è qualche cosa che ancora non hai fatto e che stai pensando di fare?

Sono una persona alla continua ricerca di nuovi stimoli e nuove sfide. Ci sono tante cose che ancora voglio fare. Sicuramente nel 2020 organizzeremo una serie di eventi in giro per l’Italia: la mia clinica mobile toccherà varie città per portarmi a contatto diretto con chi mi segue o con chi vuole imparare a tenere in piena forma la propria macchina per cucire.
Uscirà il mio primo libro edito da Edizioni Raffi. Una guida semplice ed immediata dove trovare tanti consigli pratici per la salute della propria macchina per cucire. Voglio che diventi un punto di contatto tra il mondo on line e off line. Sarà un manuale da tenere sempre con se durante l’utilizzo della macchina e potrà essere anche supporto tecnico. Tante cose sono già in lavorazione e tante altre sono certo che ne troverò.

Aiutaci a far crescere il podcast!

Ti è piaciuta la puntata di oggi? Lascia la tua recensione su iTunes e iscriviti al podcast.

Se ascolti MERITA BUSINESS PODCAST su Stitcher o altre piattaforme puoi lasciare la tua recensione seguendo queste istruzioni. Grazie!

Fai conoscere MERITA BUSINESS PODCAST ai tuoi follower su Twitter!
Ti è piaciuta la puntata? Dillo su Twitter.

Note della puntata

Trovi il sito qui il sito del Dottor Cucito.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tecniche di Persuasione: il limite che è meglio non oltrepassare

Tecniche di Persuasione: il limite che è meglio non oltrepassare

22 giugno 2020
Arbitraggio Criptovalute: Guadagno Certo e Rischi di questo Passive Income

Arbitraggio Criptovalute: Guadagno Certo e Rischi di questo Passive Income

01 giugno 2020
Gestione Risorse Umane: Se le Cose non Funzionano la Responsabilità è Tua o Loro?

Gestione Risorse Umane: Se le Cose non Funzionano la Responsabilità è Tua o Loro?

25 maggio 2020