Business Etiquette: Le Buone Maniere al Lavoro

Dopo mesi di distanziamento sociale, sapremo ancora relazionarci? Le buone maniere al lavoro saranno la stella polare che ci riaccompagnerà alla normalità.
Condividi:

La Business Etiquette ci salverà!

Gli ultimi due anni non sono stati semplici. Oggi ci ritroviamo più maleducati e rancorosi. E ne paghiamo prezzo in termini di relazioni.

Il Podcast dove vuoi

Utilizza la tua app preferita  per ascoltare e premi SUBSCRIBE, è gratis!

Dobbiamo riprendere in mano il timone e cambiare rotta perché questo clima non avvelena solo i rapporti lavorativi ma anche quelli famigliari.

Facciamo un primo passo, recuperiamo insieme la gentilezza grazie alle buone maniere.

Per questo sono davvero felice di avere come ospite di questa puntata Elisa Motterle, per chi non conoscesse Elisa Motterle, Elisa è una formatrice esperta in Business Etiquette e oggi ci accompagnerà alla scoperta o meglio alla ri-scoperta della bellezza delle buone maniere.

Buone Maniere sul Lavoro - Elisa Motterle

Elisa, il Corriere della Sera ti ha definito “il volto del galateo nel terzo millennio”; raccontaci come è nata la tua passione per le buone maniere

Il colpo di fulmine con il galateo per me è scoccato a circa sei anni, quando qualcuno mi ha fatto notare che per diventare una principessa occorre  essere ben educate. Siccome e Sissi la Giovane Imperatrice era già da tempo il mio role model, mi sono messa d’impegno e ho cominciato a leggere tutti i libri sull’argomento su cui riuscivo a mettere le mani. A dieci anni, Elisa ho chiesto  (e in seguito ottenuto) di entrare in collegio – salvo poi lamentarmi perché la disciplina non era abbastanza severa.
Da grande, lavorando nel lusso, ho scoperto che l’unico accessorio davvero in grado di fare la differenza - e che non passa mai di moda - sono le buone maniere.

Che cos'è la business etiquette e in cosa si differenzia dal galateo?

La Business Etiquette è un insieme di regole di buon comportamento che si applicano al mondo del lavoro. E se i prinicipi - il rispetto, il sentirsi più a proprio agio e  il mettere gli altri nelle migliori condizioni possibili - sono gli stessi del galateo sociale, le logiche sul lavoro cambiano drasticamente.

La principale differenza tra etiquette sociale e business etiquette risiede nelle logiche che determinano in ranking. In ambito sociale, la precedenza spetta alle signore, poi alle persone più agée… In ambito business invece l’ordine delle precedenze segue l’organigramma aziendale e l’azienda di appartenenza, senza tenere in conto elementi come il genere o l’età.

Ho lavorato per qualche anno con la Cina. Il galateo sotto la Muraglia è profondamente differente. Queste incongruenze le possiamo cogliere anche nella business etiquette oppure la business etiquette ha un respiro più internazionale?

La Business Etiquette è per sua natura internazionale MA si cala, sempre e comunque, su un sostrato di cultura locale. E l’attitudine culturale ci influenza molto più di quanto siamo disposti a riconoscere su due piedi. Le culture orientali, che tu prendi ad esempio, sono talmente diverse dalle nostre in tutte le loro dimensioni che per forza queste disparità si riproducono anche a livello lavorativo: sono figlie di una diversa visione del mondo.

Buone Maniere al Lavoro - Elisa Motterle

Ma le sfumature culturali sono presenti anche nel confronto da culture più simili. Prendiamo ad esempio, due culture europee: quella mediterranea e quella scandinava. ci rendiamo tutti conto che anche sul lavoro, la nostra diversa attitudine alla relazione ci poterà ad interpretare le indicazioni della business etiquette in chiave un po’ diversa :

Ci racconteresti quali sono i tre errori più comuni e come poterli correggere?

Tre errori comunissimi ( e la soluzione facile), non so se siano i più comuni…
(se servono esempi diversi, dimmi che ne ho mille)

  1. Dire Piacere quando si viene presentati: “Piacere” è una parola non particolarmente raffinata, e come sostengono in molti, quando conosciamo qualcuno potrebbe parere ipocrita rallegrarsi… visto che non sappiamo ancora se sarà un piacere oppure no. Quale che sia la ragione, molto meglio ripetere il proprio nome e cognome: questo aiuterà l’altro a fissarlo nella memoria (sappiamo tutti quant’è difficile ricordare i nomi) e ci consente di correggere eventuali errori di pronuncia
  2. Non fare le presentazioni. Quante volte ci è capitato di essere per strada con qualcuno, e che questa persona si fermasse a parlare con un conoscente senza presentarci? Come ci siamo sentiti? IN IMBARAZZO!
    Le presentazioni sono un modo di dare valore alle persone, per cui facciamole sempre, appena se ne presenta l’occasione!
  3. Non rispondere alle email. Ogni email merita una risposta, anche se la risposta è NO. Spesso però dire NO ci sembra brutto, e quindi non rispondiamo proprio.
    Niente di più scortese, perché lasciamo l’altro a crogiolarsi nella domanda “ma la mail, sarà stata ricevuta oppure no?”.
    Se riceviamo un invito che non possiamo accettare, un preventivo che va oltre al nostro budget, o qualunque altra proposta che non possiamo accogliere, dedichiamo qualche minuto a scriverlo! Ringraziamo la persona dell’offerta e spieghiamo brevemente perché non possiamo accettare.
    Questo, oltre ad essere un gesto di rispetto, ci permetterà anche di non “bruciare i ponti” e di poter proseguire o riprendere un domani un’eventuale relazione con quella persona/fornitore senza doverci sentire in imbarazzo.

Un tempo sui newsgroup c’era la netiquette. Oggi la business etiquette ha varcato i confini degli incontri di persona per arrivare al digitale?
Assolutamente.
Diciamo che il Bon Ton è universale e si applica a qualunque situazione… poi  e le sue suddivisioni in netiquette-business etiquette servono a noi per spiegarlo, ma la sostanza è semplice: in qualunque situazioni abbiamo a che fare con gli altri, c’è sempre un modo per prestar loro attenzione e per trarre il meglio dalla situazione in cui ci si trova.


Il galateo è una scienza sociale, viva, che muta col mutare dei tempi. Due anni fa, nessuno si chiedeva qual era l’etiquette per una videocall. Dopo il primo lockdown invece, delle best practice per l’uso delle piattaforme video sono emerse con chiarezza.

Ci stiamo raccontando tante cose interessanti e mi sorge una domanda: la business etiquette ha un impatto sul fatturato oppure è una conoscenza fine a se stessa?

Ti rispondo tornando sul tema cross culturale: la Business Etiquette è un’invenzione americana, e la cultura americana, nel mondo è una di quelle che sono maggiormente più orientate all’efficienza  e all’informalità.

Mi permetto quindi di concludere che, se NON fosse utile ad incrementare il fatturato, non sarebbe stata inventata, o non sarebbe stata inventata proprio dagli americani.


D’altra parte, nell’era del digitale e del machine learning, a fare la differenza sono sempre più spesso qualità specificatamente umane come l’empatia, la capacità di leggere il contesto e di mediare tra diverse esigenze.

Mai come oggi, in ambito professionale, accanto agli skills tecnici sono indispensabili anche le capacità relazionali.

Un pizzico di savoir vivre ci rende professionisti più apprezzati, facilita il networking e migliora il personal branding.

E tutto questo la Business Etiquette è un alleato fondamentale!

Dove possiamo imparare e soprattutto come possiamo prestare attenzione e correggere i nostri comportamenti?

Per chi è interessato in maniera specifica alla Business Etiquette, propongo dei corsi sul tema dedicati ai privati e attività di formazione su misura per le aziende.
Chi invece vuole farsi un’idea di come l’etiquette possa aiutarci a 360° a diventare la versione migliore di noi stessi nella vita di tutti i giorni, suggerisco il mio libro Bon Ton Pop 🙂

Note

Potete contattare Elisa attraverso il suo sito web: elisamotterle.com

Il suo bellissimo account Instagram è questo: @elisa_motterle

Il libro di Elisa Motterle dal titolo "Bon ton pop. Manuale di galateo contemporaneo per migliorare se stessi e vivere bene con gli altri" lo trovate su Amazon o in libreria.

- 3 Ottobre 2022

Come Crescere su YouTube: pubblicare "un video al giorno" è un falso mito

Il mantra del fare un video al giorno è un falso mito. Cerchiamo di capire perché potrebbe rallentare la tua crescita.
- 26 Settembre 2022

ALTERNATIVE A YOUTUBE: Come Guadagnare con ODYSEE

YouTube vs Odysee: scopriamo insieme una delle tante piattaforme alternative a Youtube su cui caricare i nostri video
- 19 Settembre 2022

HUBSPOT CRM & GDPR: Occhio al Contratto e alla Privacy!

GDPR, Privacy e Contratto in Hubspot CRM: leggiamo le clausole insieme all'Avv. Giuseppe Croari

ENTRA NELLA COMMUNITY
Iscriviti alla newsletter e ricevi l'invito al Gruppo riservato agli ascoltatori del podcast.

crossmenu