Word Swag App

Word Swag: l’app per rendere ogni testo più bello e ogni citazione indimenticabile

Scritto da Giada Centofanti il 24 novembre 2016

Ti piacerebbe poter realizzare dei contenuti visual per arricchire la tua comunicazione sui social dal mobile, in qualsiasi momento e con pochi click?
Allora Word Swag può essere l’app che fa per te.
Ecco quindi la review del primo “Merita Business Tool”, la rubrica in cui segnaliamo app di produttività che possono migliorare la vita lavorativa di ciascuno di noi.

Ti è piaciuta la puntata? Dillo su Twitter.

Che cosa è Word Swag App?

In estrema sintesi è una app che serve ad aggiungere testo alle immagini.
Pur non essendo la prima typography app approdata nell’App Store, Word Swag diventa subito popolare. Perché fa quello che fa con grande stile.
E d’altra parte uno dei significati della parola swag – termine più che abusato – è proprio stile, nel senso di figaggine.
…per gli altri significati vi rimando a Urban Dictionary che è meglio.
Word Swag App
L’immagine da elaborare la puoi scattare direttamente dalla app oppure la puoi selezionare dal tuo rullino o la puoi scegliere dalla libreria immagini di Pixabay che Word Swag ha integrato qualche tempo fa.
Una volta scelta l’immagine la puoi modificare con dei filtri, puoi aggiustare la luminosità ed eventualmente aggiungere una sfocatura.

Una foto pubblicata da Merita.Biz (@meritabiz) in data:


Dopodiché puoi aggiungere il testo applicando uno stile fra quelli proposti, che sono circa una cinquantina, ciascuno dei quali può essere ulteriormente modificato sempre usando delle impostazioni prestabilite.

Poi puoi cambiare il colore del testo. Volendo al posto del colore puoi scegliere tra alcune texture. E puoi impostare la trasparenza del livello di testo. Se scegli una tinta unita – quindi non una texture – puoi anche invertire l’effetto. Ovvero la tinta unita ricoprirà la maggior parte dell’immagine mentre il testo avrà un effetto cut out. Nel senso che le parole saranno come ritagliate e riveleranno l’immagine che c’è sullo sfondo.

Quando sei soddisfatto dell’immagine, puoi cliccare su “Done” (finito) e a quel punto la foto verrà subito salvata nel tuo telefono. Nella schermata successiva puoi aggiungere un logo o un watermark all’immagine (può essere un’immagine o un testo) e poi puoi condividerla dove ti pare.

Word Swag nasce come strumento di creazione per Instagram, perciò il formato di default è 1:1, cioè quadrato. Ma se vuoi creare un’immagine con proporzioni diverse ti basta selezionare “don’t crop”, ovvero non ritagliare.

I fan del formato quadrato quest’anno possono gioire, visto che sta diventando amato da tutte le piattaforme. Twitter, per esempio, da dicembre del 2015 non taglia più le immagini quadrate e orizzontali.

Qualunque formato scegliamo, Word Swag ci aiuta con delle guide non solo ad avere presente il centro dell’immagine ma anche a posizionare il testo in modo che Twitter non lo tagli. Oltre alle 2 guide centrali infatti ci sono una guida in alto e una in basso che delimitano l’area di anteprima di Twitter.

Aiutaci a far crescere il podcast!

Ti è piaciuta la puntata di oggi? Lascia la tua recensione su iTunes e iscriviti al podcast.

Se ascolti MERITA BUSINESS PODCAST su Stitcher o altre piattaforme puoi lasciare la tua recensione seguendo queste istruzioni. Grazie!

Fai conoscere MERITA BUSINESS PODCAST ai tuoi follower su Twitter!
Condividi il podcast

Note della puntata

Maggiori informazioni sulla app si possono avere sul sito ufficiale di Word Swag.
Potete scaricare Word Swag dall’iTunes Store oppure da Google Play.
Sistemi supportati: iOS e Android (da aprile 2016)
Prezzo: 4.99€ più alcune opzioni a pagamento (0.99€ ciascuna oppure 1.99€ tutte)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Snapseed: l'app di Google per il ritocco fotografico dal cellulare

Snapseed: l'app di Google per il ritocco fotografico dal cellulare

08 dicembre 2016
Le difficoltà dei content marketer che non ti aspetti

Le difficoltà dei content marketer che non ti aspetti

05 dicembre 2016
Over App: Visual Content che fa la differenza

Over App: Visual Content che fa la differenza

01 dicembre 2016