Liner

Liner: evidenziare a sottolineare mentre si legge sul web

Scritto da Giada Centofanti il 30 marzo 2017

Oggi vi parlo di Liner, una app per evidenziare parti di articoli, e volendo commentarli, in maniera privata. Specifico quest’ultima cosa perché negli ultimi anni sono nate diverse app che permettono di evidenziare e annotare contenuti online ma sono per lo più pubbliche e volte alla condivisione delle parti evidenziate.

Ti è piaciuta la puntata? Dillo su Twitter.

E invece Liner come funziona?

Lo possiamo usare da dispositivi iOS, da Chrome attraverso l’estensione e a breve anche da Firefox perché è in arrivo l’add-on. E un po’ più in là, presumibilmente in estate, arriverà anche l’app per Android.
Si tratta di una app utilissima per la ricerca perché ci fa, appunto, evidenziare parti di articoli ma ci consente anche di conservarle all’interno della stessa app oppure inviandole ad Evernote. Ne risulterà una nota con un elenco puntato delle parti evidenziate e in coda il link all’articolo originale e il link all’articolo evidenziato. Ecco, avere anche una copia dell’articolo intero con le parti evidenziate per me è una gran cosa, perché si fornisce il contesto completo. Così se magari torno a dare un’occhiata dopo un po’ di tempo riesco a capire perché avevo evidenziato un determinato passaggio. In più questo link dell’articolo evidenziato lo possiamo condividere, magari con un collega a cui vogliamo passare delle informazioni utili.
Liner
E poi c’è anche la possibilità di aggiungere dei commenti a quanto abbiamo sottolineato e di organizzare i contenuti in cartelle.
Vale la pena menzionare la possibilità di evidenziare anche i PDF, è una funzione ancora in beta ma molto comoda. Per usarla possiamo caricare i PDF in Liner oppure, se ci capita di aprirne uno in Chrome desktop, l’estensione di Liner ci chiederà se vogliamo salvarlo nella app e da lì poi potremo sottolineare le parti che ci interessano.

Hai parlato dell’integrazione con Evernote, ci sono altre app a cui si connette?

Sì, possiamo mettere Liner in comunicazione con Pocket e Instapaper, che sono due fra i più famosi strumenti per salvare articoli da conservare o leggere in un secondo momento. Se noi connettiamo Liner a queste app poi potremo importare gli articoli che abbiamo salvato lì nella dashboard di Liner. Io personalmente preferisco lavorare direttamente su Pocket ma magari qualcuno troverà utile questa possibilità oppure in futuro faranno dei miglioramenti che la renderanno più interessante.

Su dispositivi iOS come si comporta?

Si integra nel menu di condivisione – per intenderci quello che viene fuori cliccando “Condividi” quando selezioniamo del testo oppure cliccando il rettangolino con la freccia che punta verso l’alto – quindi è utilizzabile con qualsiasi app lo supporti. Per esempio Google News, Flipboard, Blinkist, Feedly e naturalmente Pocket e Instapaper.

E quanto costa?

Liner è gratuito e ha anche una versione a pagamento che aggiunge altri colori per evidenziare oltre al classico giallo, offre la possibilità di commentare le parti sottolineate, permette di organizzare i contenuti in cartelle, ha una ricerca avanzata – perché quella di base è limitata solo ai titoli – e dà diritto al supporto prioritario. Il costo è di 4,99$ al mese oppure 44,99$ l’anno.
Al momento tutte queste funzionalità vengono offerte gratuitamente nella app iOS quindi, per esempio, potete creare delle cartelle per organizzare gli articoli nella app mobile e poi ritrovarverle su Desktop. Stessa cosa per i commenti: se ne aggiungo uno dall’iPhone, poi lo vedo anche su desktop.

Aiutaci a far crescere il podcast!

Ti è piaciuta la puntata di oggi? Lascia la tua recensione su iTunes e iscriviti al podcast.

Se ascolti MERITA BUSINESS PODCAST su Stitcher o altre piattaforme puoi lasciare la tua recensione seguendo queste istruzioni. Grazie!

Fai conoscere MERITA BUSINESS PODCAST ai tuoi follower su Twitter!
Condividi il podcast

Note della puntata

Maggiori informazioni sull’estensione si possono avere sul sito ufficiale di Liner.
Sistemi supportati: iOS, browser Chrome, in arrivo browser Firefox.

Prezzo: gratuito più funzionalità a pagamento a 4,99$ al mese oppure 44,99$ l’anno.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Digital PR: l'ufficio stampa serve ancora?

Digital PR: l'ufficio stampa serve ancora?

18 settembre 2017
Email marketing con MailChimp: la potenza dell'automazione gratis per tutti

Email marketing con MailChimp: la potenza dell'automazione gratis per tutti

11 settembre 2017
Cos'è Quora e come può essere utile per promuovere la tua attività

Cos'è Quora e come può essere utile per promuovere la tua attività

04 settembre 2017