Astro Client

Astro: il client mail che sfrutta l’intelligenza artificiale

Scritto da Giada Centofanti il 18 maggio 2017

Oggi vi parlo di Astro, un client mail lanciato a marzo in public beta che sfrutta l’intelligenza artificiale per salvarci da caselle di posta strabordanti.

Ti è piaciuta la puntata? Dillo su Twitter.

Beh, interessante. Racconta…

Allora, il team di Astro ritiene l’email non stia affatto morendo, come ciclicamente qualcuno profetizza, e che al contrario sia un mezzo molto importante. Il problema però è che riceviamo troppi messaggi. E l’intento di Astro è proprio eliminare questo sovraccarico di informazione dando a ciascuna mail la giusta importanza.

E come ci riesce?

Astro ti permette di fare tutta una serie di azioni veloci molto comode, tipo lo Snooze che ti rimette davanti agli occhi una mail in un momento diverso scelto da te, oppure la possibilità di programmare l’invio a una certa ora di un certo giorno o ancora il tracciamento dell’apertura di una mail o la possibilità di avere un promemoria se qualcuno non ti ha risposto e dunque devi provare a ricontattarlo.
Astro client di posta
Bene, tutte queste caratteristiche sono veramente comode ma già viste anche in altre app. La grande differenza, che poi è il core di Astro, è che nel client tu trovi anche Astrobot, un bot appunto, che ti aiuta a smistare e gestire la posta imparando dalle tue azioni.

Molto interessante. E questo bot cosa ti permette di fare?

Per esempio ti ricorda che qualcuno in una mail ti ha chiesto qualcosa e tu non hai ancora risposto. Poi ti aiuta a cancellarti da mailing list che non ti interessano più o ad archiviare mail vecchie. Gli puoi anche chiedere di impostare promemoria personalizzati, magari per ricordarti di chiamare qualcuno. E gli puoi dire di darti informazioni su aziende o enti o persone, basta dargli un indirizzo mail oppure un dominio e lui risponde con nome, sito web ed eventuali account social.

Per il momento Astrobot comprende comandi solo in inglese ma digitando il comando “Ask Astro” ci propone alcune opzioni su cui possiamo cliccare. E se ci clicchiamo Astrobot ci dice come dobbiamo scrivere la richiesta. Quindi basta una conoscenza anche base dell’inglese per poterlo usare.

Adesso però voglio sapere per quali piattaforme è disponibile e, soprattutto, quanto costa.

Astro è utilizzabile su iPhone, iPad, Mac e Android, in più fra qualche mese arriverà anche la versione per Windows. E questo è il motivo che mi ha spinto a provarlo, perché detesto avere un client sul telefono e poi doverne usare un altro – o nessuno – sul PC.
Astro Client
Per il momento Astro supporta account GMail e Office 365, ma stanno lavorando sull’aggiunta di altri servizi. Nel frattempo è in arrivo l’integrazione con Amazon Alexa così chi vorrà potrà gestire le email parlando con Echo. Questo servizio, come tutte le funzionalità di Astro, sono possibili grazie al fatto che le nostre mail vengono sincronizzate sui server di Astro che sono sul cloud di Amazon. I dati, che lì vengono crittografati, vengono poi usati per fare sì che il bot impari ad aiutarci nella gestione delle mail. Chi è preoccupato o comunque vuole saperne di più, può leggere la pagina che riguarda le politiche sulla privacy e sulla sicurezza . Ricordiamoci però che anche Google e Microsoft e tanti altri usano i nostri dati, e non solo per fornirci i loro servizi.

Per quanto riguarda i costi, per ora e per tutto il tempo che Astro sarà in publice beta è tutto gratuito. Dopodiché rimarrà un piano gratuito affiancato da piani a pagamento differenziati in base alle funzioni, ma al momento non si conoscono i dettagli, neanche dei prezzi.

Aiutaci a far crescere il podcast!

Ti è piaciuta la puntata di oggi? Lascia la tua recensione su iTunes e iscriviti al podcast.

Se ascolti MERITA BUSINESS PODCAST su Stitcher o altre piattaforme puoi lasciare la tua recensione seguendo queste istruzioni. Grazie!

Fai conoscere MERITA BUSINESS PODCAST ai tuoi follower su Twitter!
Condividi il podcast

Note della puntata

Maggiori informazioni sulla app si possono avere sul sito ufficiale di Astro.
Potete scaricare Astro dall’iTunes Store, dal Google Play Store e direttamente dal sito la versione per Mac.
Sistemi supportati: iOS, macOS, Android, Windows in arrivo.
Prezzo: gratuito finché è in public beta, poi ci saranno un piano free e piani a pagamento.
Ad un certo punto della puntata Giada cita uno device Amazon che si chiama Echo. Lo trovate qui.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Odrive, un client unico per i tuoi servizi cloud

Odrive, un client unico per i tuoi servizi cloud

25 maggio 2017
Perché dovresti mettere i prezzi sul sito web

Perché dovresti mettere i prezzi sul sito web

22 maggio 2017
Astro: il client mail che sfrutta l'intelligenza artificiale

Astro: il client mail che sfrutta l'intelligenza artificiale

18 maggio 2017